Home » CINEMA INDIANO, TEATRO E DANZA

Bollywood The Show: la recensione di MilleOrienti

20 maggio 2009 di 10

THE SHOW 1Ritmo. Musica. Ritmo. Danza. Ritmo. Colori. Ritmo….è un trionfo di energia, come un rullo di tamburi, Bollywood The Show, il musical (qui, un video) che è approdato al Teatro Arcimboldi di Milano, dove sarà in scena fino al 24 maggio compreso. Applaudito da 500mila spettatori in tutto il mondo, lo spettacolo diretto da Toby Gough ripercorre la storia del cinema indiano attraverso la vicenda dei Merchant, famiglia di grandi coreografi e ballerini, protagonisti di un’industria cinematografica – quella di Bollywood appunto – in cui musica e danza sono elementi essenziali. La trama ruota intorno al conflitto tradizione/modernità, impersonati dall’anziano Shantilal Merchant – insegnante di danza nel classico stile kathak, legato alla spiritualità hindu – e da sua nipote Ayesha Merchant, che abbandona lui e la sua scuola per entrare nel mondo dorato del cinema indiano e diventarne un’acclamata coreografa.
Così, mentre il nonno e la nipote mettono a confronto le proprie diverse visioni della danza, le musiche e i balletti  si susseguono, interpretati da scatenati ballerini che portano in scena oltre 700 costumi assolutamente kitsch, come si usa a Bollywood.  THE SHOW 2
Il pubblico, divertito, segue le canzoni battendo le mani a ritmo, e pazienza se non coglie le citazioni di film e personaggi (come Raj Kapoor) perché l’Italia è uno dei pochi Paesi al mondo a non avere quasi mai importato film indiani; lo spettacolo risulta comunque godibile, proprio grazie ai numeri musicali. Che sono stati creati da membri della famiglia Merchant le cui vite ispirano la trama dello spettacolo. La coreografa di Bollywood The Show infatti, Vaibhavi Merchant, iniziò con suo zio per sfondare poi a Bollywood firmando coreografie in blockbuster come Lagaan e Devdas (circolati anche in Italia). E gli autori delle musiche dello spettacolo, i fratelli Salim e Sulaiman Merchant,  hanno composto colonne sonore per film bollywoodiani come DhoomBhoot e Kaal, le cui musiche hanno raggiunto la hit parade anche negli Usa e in Gran Bretagna.
THE SHOW 3Non a caso lo spettacolo che ora è in scena a Milan all’estero  si chiamava The Merchants of Bollywood. Peccato però che la versione per l’Italia sia stata “semplificata”, ovvero tagliata di tre quarti d’ora (da due ore e mezza a un’ora e tre quarti): il risultato è che nel primo tempo il rapporto fra la trama e l’inserimento dei numeri musicali non risulta chiarissimo. Ma questo è l’unico limite drammaturgico  della versione italiana di Merchants of Bollywood, e il pubblico applaude comunque perché la musica e la danza sono linguaggi universali. Come i film di Bollywood insegnano. E come dimostra la crescente diffusione anche in Italia di corsi e stage di Bollywood-dance.

Related Posts with Thumbnails

10 Risposte »

  • Daily News About Musica : A few links about Musica - Wednesday, 20 May 2009 03:09 :

    […] Bollywood The Show: la recensione di MilleOrienti […]

  • Elena :

    Ciao Marco,
    peccato non riuscire a vederlo, non ho trovato i biglietti….
    A vedere i pochi istanti del video che hai pubblicato, è a dir poco meraviglioso…il mix di musica-danza-colori riescono a infondere, in ognuno di noi, gioia, emozione, fascino, mistero…e perchè no, anche pace interiore…le parole comunque non riescono a descrivere ciò che si prova….
    Peccato che, lo spettacolo originale, sia tagliato di 45 minuti, chissà perchè noi ci dobbiamo sempre distinguere, dagli altri paesi, purtroppo sempre in negativo…
    B giornata
    Elena

  • rita :

    Splendida recensione! Beh se ci sono riferimenti a Raj Kapoor, la kapoorologa qui presente, in servizio permanente effettivo lo noterà di sicuro, danze permettendo.
    Hai dato una descrizione coi fiocchi 🙂

  • Melly :

    Io l’ho visto ieri a Milano agli Arcimboldi! Bellissimo! Belle le musiche e le coreografie, i costumi coloratissimi e loro, i ballerini, sono stupendi! Lo spettacolo in sè è piuttosto moderno e adatto a tutti, ma chiaramente chi ama il cinema Bollywood lo apprezza e capisce di più. Non capisco perchè tagliare ben 45 minuti! Non costava nemmeno poco!
    Io sono una fan di Shah Rukh Khan, ma effettivamente il cinema indiano in Italia è sconosciutissimo. Basta pensare che nessuno e dico nessuno sappia chi sia Amitabh Bachchan! Ho cercato il dvd dello show ma mi dicono che non esiste! Peccato…

  • ester :

    ciao!
    mi chiamo Ester,
    io ad esempio so chi è Amitabh Bachchan,e Shah Rukh naturalmente…ho iniziato due anni fa ad avvicinarmi a Bollywood grazie a delle mie amiche etiopi,venute a studiare a Firenze come me,nessuna di noi ha ancora visto the millionaire,la ragione per cui ora si sta diffondendo la bollywood mania anche in Italia,ma in compenso a Firenze i film li trovi nei supermarket indiani,pakistani o nei videonoleggi solo per stranieri nel quartiere di san lorenzo…cmq attraverso Bollywood mi sto innamorando dell’India,e delle sue contraddizioni.
    magari potresti aiutarmi nelle mie ricerche?sto preparando una relazione per l’esame di etnologia e volevo ripercorrere le origini della danza indiana fino a bollywood,mi interessa molto il linguaggio dei mudra,come nella danza classica indiana si racconti attraverso i mudra una storia e il rapporto tra il danzatore e la divinità…puoi consigliarmi qualche lettura?
    ciao a presto!

  • marco restelli (autore) :

    Ciao Ester, benvenuta su Milleorienti! Per quanto riguarda la tua richiesta ti posso consigliare due bellissimi libri sulle danze indiane (al plurale perché ci sono diversi stili e scuole). Il primo risponde, fra l’altro, anche alla tua curiosità sui mudra:
    Maria Angelillo, “Le danze indiane”, Xenia Editore 2008, pp. 125, euro 6,50.
    Il secondo, “La gioia e il potere. Musica e danza in India” è già stato recensito su MilleOrienti in un post della categoria Bollywood e dintorni…ciao!
    Marco

  • ester :

    grazie marco!non sai quanto te ne sono grata!ho scelto queto tema per la mia relazione perchè mi piacerebbe inserire anche l’evoluzione della danza indiana contemporanea nel cinema bollywood…oggi poi è una giornata particolarmente fortunata,mi hanno selezionato per un concorso di moda in cui ho portato dei progetti su vestiti con materiali ecoequosolidali traendo ispirazione dalle stoffe etiopiche!sono proprio contenta che sono diventata incontenibile e ti faccio partecipe!grazie ancora! a presto!

  • Lara :

    Dove posso trovare un corso di Bollywood dance nella zona di Torino e provincia? Grazie

  • MilleOrienti (autore) :

    Ciao Lara, rispondo alla tua domanda: mentre a Milano ci sono un paio di scuole che insegnano Bollywood Dance (guarda il post ”Appuntamenti: cinema indiano a Torino, danza kathak a Milano”) non mi risulta che ci siano corsi specifici a Torino.
    Però non perdere le speranze, perché nella capitale piemontese ci sono corsi di danza classica indiana presso la Reale Società di Ginnastica di Torino (guarda questo link: http://www.realeginnastica-to.it/?q=node/65) che si trova in via Magenta 11.
    Puoi chiedere a loro se, oltre alla danza classica indiana, hanno intenzione di attivare anche un corso di Bollywood dance.
    Inoltre, puoi chiedere informazione anche al CESMEO, che organizza la rassegna di cinema indiano che inizia fra poco a Torino.
    Fammi sapere!, ciao
    Marco

  • Mauro :

    A Lara rispondo che a partire da gennaio inizierà un corso di danza Bolliwood a cura di CentrOriente di Torino. A breve tutti i dati sul sito http://www.tuttocina.it

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.

Inserisci il risultato dell\'operazione * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.