Home » CINEMA INDIANO, MUSICA

Shock! La Bollywood dance irrompe al Festival di Sanremo

20 febbraio 2010 di 11

Chissà cosa avrà pensato il famoso Italiano Medio? (Ammesso che esistano, poi, l’Italiano Medio e la Sciura Pina…) Mettetevi nei panni del nostro Italiano Tedio: è sabato sera e lui è lì in pantofole,  stravaccato sul divano in salotto, a guardare il Festival di Sanremo, che è bello perché è sempre un po’ uguale, quando all’improvviso… ti spuntano l’attore Emilio Solfrizzi (foto) adobbato da indiano e un bel po’ di ballerine in sari per fare una Bollywood dance?! E che è ‘sta roba??
Solfrizzi & company erano a Sanremo per presentare la fiction Rai Tutti pazzi per amore/2 e per farlo hanno scelto di mettersi in sintonia con i gusti di tanti giovani italiani: con la Bollywood dance, appunto. E hanno scelto un pezzo che è ormai un classico di Bollywood: shava shava, dal film del 2001 Kabhi Khushi Kabhie Gham, una commedia romantica musicale nel tipico stile dei masala movie (per sapere cosa sono i masala movie, cliccate qui).

La versione di Solfrizzi l’ avete già vista a Sanremo. MilleOrienti vi fa vedere l’originale. E ne vale la pena, visto che nel pezzo ci sono due campioni di fascino e di simpatia di Bollywood come Amitabh Bachchan e Shah Rukh Khan accanto alla deliziosa Kajol.
Cliccate sul video qui sotto
e buon divertimento…

Related Posts with Thumbnails

11 Risposte »

  • Serena :

    ….no!!!! Me lo sono perso!!!!

  • Fabrizio :

    Pazzesco tutte le ballerine sono bianche come il latte, hanno la pelle piu` chiara della mia…

    Non pensi ci sia un certo razzismo nei film di Bollywood?

  • chiara :

    Sinceramente cosa c’entri la Bollywood dance con Solfrizzi e co. non si capiva. L’originale però è splendino, grazie 🙂

  • marco restelli (autore) :

    @fabrizio: no, non credo che ci sia razzismo a Bollywood. Certo in India c’è un po’ il mito della pella chiara (che a volte, non sempre, significa essere di casta alta) ma non possiamo negare che da noi ci sia il mito contrario, quello dell’abbronzatura che è simbolo di benessere. Queste sono vecchie mitologie sociali, ma fra gli indiani c’è tanta gente di pelle chiara e di varie tonalità, mica sono tutti scuri, e Bollywood è il grande puzzle di tutte le etnie e le culture presenti in India.

  • sonia :

    Fortunatamente ho perso la versione sanremese.
    Amitabh Bachchan rimane il migliore. Sai che ti dico? che piu’ passano gli anni piu’ migliora…anche se ho letto che ultimamente non se la passa benissimo….
    Forse l’imitazione italina e’nata sull’onda di Amori con/turbanti della scorsa estate.

  • Silvia :

    Anche io non ho visto il pezzo di San Remo (evidentemente avevamo tutti di meglio da fare!)… ma a questo punto sono incuriosita da come possono averlo combinato.
    Sai se c’è in rete da qualche parte?

  • Nisha :

    Per Silvia, qua c’è il filmato http://www.youtube.com/watch?v=xgcTRLQDDtM

    Personalmente l’ho trovata una cosa molto carina tenendo ben in mente che era semplicemente un modo per fare promozione alla fiction “tutti pazzi per amore” in cui i protagonisti ogni tanto si mettono a cantare e ballare come in un musical. Hanno scelto una canzone di Bollywood così come potevano scegliere Grease o qualsiasi altro balletto per cui non è da prendere troppo sul serio. Però secondo me è stata una cosa carina, soprattutto tenendo in considerazione che Sanremo lo guardano milioni di italiani e che comunque bene o male hanno visto qualcosa che ricordava Bollywood 🙂

  • Shock! La Bollywood dance irrompe al Festival di Sanremo :

    […] Continua Articolo Originale: Shock! La Bollywood dance irrompe al Festival di Sanremo […]

  • elena :

    Buongiorno a tutti….
    fantastico video….l’originale;-)
    Ho molto da imparare dall’Oriente….grazie Marco per quanto condividi con noi…
    Luminosa giornata!!!!

  • Silvia :

    Grazie Nisha!
    In effetti non c’è paragone con l’originale, ma se il senso è un omaggio a Bollywood, ben venga!

  • The New Landscape of the Blogosphere » Orientalia4All :

    […] che riceve fondi da istituti privati e istituzioni governative americane. Ha fatto una ricerca sui blog a partire dalla scienza più a rischio di estinzione, lo studio delle religioni, e l'ha pubblicata […]

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.

Inserisci il risultato dell\'operazione * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.