Home » GIAPPONE, TECNOLOGIA E SCIENZA

Venerdì notte il Giappone lancerà nello spazio la prima nave a vela a energia solare

18 maggio 2010 di 1

Più volte annunciato e poi rimandato, il volo di Ikaros inizierà (salvo contrattempi) venerdì 21 maggio alle 23.58 ora italiana.  La navicella spaziale Akatsuki, la prima mai realizzata con una vela che sfrutta l’energia solare (Ikaros) verrà lanciata con un razzo dalla Jaxa (Japan Aerospace Exploration Agency). Dopo aver attraversato l’orbita terrestre, un “tamburo” si aprirà e dispiegherà la vela quadrata Ikaros (a destra, lo schema) lunga 14 metri per lato e con uno spessore inferiore a un capello umano.
Guidata nella giusta direzione dagli scienziati giapponesi della Jaxa, la vela della navicella sfrutterà il vento solare grazie a celle fotovoltaiche che forniranno energia agli strumenti di bordo e al motore a ioni (maggiori informazioni qui). Il Giappone progetta due missioni di questo genere, ma la prima ha preso il nome di Ikaros da Interplanetary Kite-craft Accelerated by Radiation Of the Sun. Lo schema qui sotto spiega i livelli di possibile successo e insuccesso della missione spaziale Ikaros.
Il Giappone realizza così il vecchio sogno dello scrittore di fantascienza Arthur C. Clarke (l’autore di 2001 Odissea nello spazio) che nel 1963 pubblicò il racconto Vento solare.  La prima destinazione di Ikaros è il pianeta Venere. Per arrivare là dove nessun uomo è mai giunto prima…

Related Posts with Thumbnails

1 Risposta »

  • Giuseppe :

    Fantastico!

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.

Inserisci il risultato dell\'operazione * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.