Home » CINA, GIAPPONE, INDIA, LIBRI, MOSTRE, TEATRO E DANZA

Mostre, spettacoli, libri, convegni: i prossimi eventi asiatici in Italia

25 febbraio 2011 di 5

C’è un pioggia monsonica di eventi culturali asiatici in Italia. La pioggia di solito è fastidiosa ma il monsone – come sa chi conosce l’Asia – è portatore di fertilità (culturale in questo caso). Ecco il calendario dei prossimi eventi città per città.

– TORINO E’ aperta fino alla fine di marzo 2011 a Torino  presso la galleria OY (via San Francesco d’Assisi 29a) la mostra fotografica di Flavio Gallozzi Il gesto creatore, dedicata alle arti tradizionali del Giappone.
Profondamente appassionato di Giappone da moltissimi anni (tanto da…avere sposato una giapponese) Gallozzi è un fotografo che da tempo lavora a un progetto di approfondimento sulle arti tradizionali giapponesi: cerimonia del tè, ikebana, katana, teatro nō, danza, calligrafia, musica, ceramica, ecc.
La sua ricerca verte sul gesto creativo e creatore dei Maestri giapponesi di queste arti, e la sua macchina fotografica è puntata sulla mano dell’artista nel momento magico della materializzazione dell’opera d’arte. La bella mostra in corso a Torino è appunto il risultato di questa ricerca.

– SENAGO (MILANO) Venerdì 25 febbraio 2011 alle ore 21, presso la Biblioteca Comunale Italo Calvino di Senago (Villa Monzini, via don Rocca 17/19) presentazione del libro: Orientarsi in Cina. Storie italiane di successo all’ombra del dragone. Come fare impresa e affermarsi in Cina. Di Matteo Donelli e Francesca Romana Di Biagio, Aliberti Editore, pp. 191, 16 euro.
Vivere la Cina nel quotidiano. Le sfide da affrontare, le opportunità da cogliere, i lavori da gestire e inventare. I consigli per muoversi al meglio in un grande Paese in continua evoluzione. Questo il contenuto di Orientarsi in Cina.
I due autori – Matteo Donelli, manager internazionale, e Francesca Romana Di Biagio, giornalista –  riportano la loro esperienza in una Shanghai dai mille volti, piena di contraddizioni, sorprese, emozioni  e possibilità di affermazione professionale. Senza la pretesa di essere sinologi, né storici, ma semplicemente italiani che lavorano in Cina, gli autori tracciano un racconto del loro vissuto in Oriente e raccolgono interessanti storie di nostri connazionali. Con una narrazione fresca, sincera e divertente di uno spaccato moderno della Cina che si apre verso l’Italia, il volume è una sorta di guida utile ad accompagnare ogni trasferta nella terra del Dragone. Più o meno lunga che sia.

– FIRENZE Prosegue alla Fortezza da Basso di Firenze fino al 27 febbraio compreso, la rassegna Nomad Dance Fest, dedicata a danze e culture nomadi del mondo: indiane, cinesi, gipsy, persiane, afghane, turche e marocchine. Nomad Dance Fest  è un progetto ideato e curato da Maya Devi, danzatrice, insegnante di Yoga e direttrice della scuola di danza e yoga Mudrarte di Milano, per recuperare tradizioni e culture dei popoli nomadi. Dall’India, alla Cina, dalla Persia alla Turchia, dall’Egitto al Marocco fino alla Spagna Andalusa.
Durante una delle rassegne più importanti d’Italia come Danza in Fiera a Firenze dal 24 al 27 Febbraio 2011 la rassegna Nomad Dance Fest presenta spettacoli, esibizioni, conferenze, Happy hour etnici e nomadi, performance estemporanee e Nomad Dance Party. Il programma della rassegna è anche qui.

– ROMA Dal 26 febbraio al 13 marzo 2011 si tiene al Museo Nazionale d’Arte Orientale Giuseppe Tucci (Palazzo Brancaccio, via Merulana 248) l’esposizione dei dipinti di Stefano Faravelli che illustrano il volume Giappone. Taccuini dal mondo fluttuante. La mostra, già allestita con successo in altre città italiane, nasce dalla collaborazione con la Fondazione Italia-Giappone e con il tour operator Viaggi dell’Elefante. Giappone. Taccuini dal mondo fluttuante è un volume curato da Enrico Ducrot (AD di Viaggi dell’Elefante) e presenta un percorso suggestivo di immagini e racconti nel cuore di questo Paese: Faravelli, pittore viaggiatore, attraversa col suo piccolo atelier portatile le foreste del monte Koya, i santuari shintoisti di Ise, gli antichi quartieri di Kyoto e i modernissimi grattacieli di Tokyo. E in quest’opera Faravelli conferma il talento già mostrato in altri libri-carnet di viaggio, come quelli dedicati all’India, alla Cina e al Mali.
In una sala del Museo, appositamente allestita con oggetti d’arte giapponese, saranno in mostra i disegni originali riprodotti nelle pagine del libro e alcuni quadri dello stesso artista ispirati all’universo del fantastico mitologico giapponese: processioni di inari (le fate-volpi), i gatti di Ise, le sirene.

– MILANO Nei giorni 2 e 3 marzo 2011 si tiene all’Università degli Studi di Milano (Sala di Rappresentanza del Rettorato, via Festa del Perdono 7) il convegno L’India fra storia, arte e letteratura. (Il programma completo è qui.) Si tratta di un convegno interdisciplinare a cui partecipano indianisti di varie università lombarde, che presentano relazioni di storia, letteratura, arte, cultura e scienze della politica. Un’occasione per fare il punto sugli studi relativi all’India di ieri e di oggi. La mattina di mercoledì 2 marzo è dedicata all’India classica; la sessione pomeridiana dello stesso giorno all’India fra storia e politica; la mattina di giovedì 3 marzo è invece incentrata su L’India contemporanea: cultura e società. In quest’ultima sessione io presenterò una relazione intitolata Globalized Bollywood. Il cinema come specchio della nuova India.

Related Posts with Thumbnails

5 Risposte »

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.

Inserisci il risultato dell\'operazione * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.