Home » INDIA, TECNOLOGIA E SCIENZA

L’India e lo Spazio: Bhuvan, un Google Earth all’indiana in 3D

1 marzo 2011 di 5

Ecco un breve articolo che ho pubblicato sul numero del 3 marzo 2011 del settimanale l’Espresso.  Buona lettura.

Per affermare il proprio status di nuova potenza mondiale l’India non trascura neanche lo Spazio, sia quello reale sia quello virtuale. Protagonista in entrambi i campi è l’Indian Space Research Organization (Isro, la Nasa indiana) che aveva lanciato, alla fine del 2008, il suo primo satellite lunare, Chandrayaan-1, grazie al quale aveva poi annunciato nel 2009 la scoperta di acqua sulla Luna (MilleOrienti ne aveva parlato qui).

L’Isro ha aperto un portale di navigazione geospaziale (di cui si è parlato in questo blog): si chiama Bhuvan, che in lingua hindi significa “Terra”, ed è un “biglietto da visita” dell’India per presentare al mondo le proprie capacità tecnologiche nel campo dell’osservazione satellitare del nostro pianeta.

Premiato alla fine del 2010 come miglior sito web dall’Open Geospatial Consortium, Bhuvan è un portale multipiattaforma; permette all’utente sia di esplorare la Terra con un interfaccia in 3D, sia di integrare e di condividere informazioni di carattere geologico e spaziale con il portale o con altri utenti del portale stesso. Basta scaricare un semplice plugin ed entrare nella sezione “be a Bhuvanite” (cioè un utente di Bhuvan) per avere accesso a grandi database di origine satellitare.
Uno strumento, quindi, destinato a rivelarsi utile anche per ricerche geologiche e ambientali.

Related Posts with Thumbnails

5 Risposte »

  • L’India e lo Spazio: Bhuvan, un Google Earth all’indiana in 3D :

    […] Guarda Originale: L’India e lo Spazio: Bhuvan, un Google Earth all’indiana in 3D […]

  • Silvia :

    Grazie Marco per questo interessante articolo. Molto bello anche il sito!
    La scienza in India è uno dei miei argomenti preferiti, peccato che non se ne parli molto (oltre all’immaginario dell’ingegnere informatico a Bangalore)…
    Un saluto e a presto!

  • I Link di Religione 2.0 – 06.03.2011 | Religione 2.0 – L'ora di religione nell'era digitale :

    […] tempo? 3) Israele, Animazione video dell’area del futuro Tempio dove si riunirà il Sinedrio 4) L’India e lo Spazio: Bhuvan, un Google Earth all’indiana in 3D 5) Primo Papa digitale 6) Secondo Banco: Il metodo Gibson 7) Roberto Vecchioni, il mio buon momento […]

  • Elisa :

    Buongiorno,
    mi fa piacere trovare persone che considerano l’India per quel che è oggi: non solo un Paese fatto di spezie, povertà, meditazione… ma un Paese in corsa per guadagnarsi un poto d’onore sullo scacchiere mondiale.
    Un Paese (o un continente se vogliamo) in cui è oggi possibile trovare tutto ed il contrario di tutto, dove nulla sembra ed invece è.

  • marco restelli (autore) :

    Gentile Elisa,
    anche a me fa piacere sapere che realtà come Agré International stiano cercando di “alfabetizzare” le imprese italiane su un Paese – l’India – di cui solo ora l’Italia comincia, con grave ritardo, a cogliere le potenzialità.
    L’India è una terra ricchissima di opportunità, che purtroppo l’Italia stenta ancora a cogliere per mancanza di cultura – nel senso più ampio del termine: mancanza di informazioni sui costumi indiani, mancanza di preparazione sui mercati indiani, in breve scarsa comprensione della specificità della società indiana.
    Sono convinto che sul medio termine l’India avrà una performance generale superiore anche alla Cina (per motivi sociali, politici, culturali) ma…non è facile farlo capire alle aziende italiane, oggi.
    Quanto a me, con il sostegno della Camera di Commercio Italo-Indiana di Milano (che all’epoca funzionava molto meglio di oggi)già nel 1992 scrissi un libro su tutto ciò : si intitolava «India in progress, gli aspetti di una sfida». Libro che aveva il solo difetto di essere troppo in anticipo sui tempi, perché nel 1992 l’opinione media sull’India, in Italia, era di un’ignoranza sconfortante.
    Che dire dunque se non: andiamo avanti sulla nostra strada?
    Cordialmente
    MR

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.

Inserisci il risultato dell\'operazione * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.