Home » BIRMANIA/MYANMAR

Birmania: Aung San Suu Kyi potrà andare al governo

8 gennaio 2012 di 2

Il 2012 si apre con una buona notizia nella tormentata Birmania/Myanmar. Secondo il quotidiano francese Le Monde, il Consigliere della Presidenza birmana, Nay Zin Latt, ha dato “semaforo verde” a un ingresso «appropriato» di Aung San Suu Kyi in un alto ruolo nell’amministrazione pubblica, «compreso un posto di governo, se lei lo desidererà».

La leader dell’opposizione e premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi, rimasta vent’anni agli arresti domiciliari e scarcerata nel novembre 2010, gode infatti di sempre maggior libertà di movimento e di espressione, e le sue quotazioni politiche sono in ascesa. Il regime birmano, strangolato dall’isolamento e dalla crisi economica, sembra finalmente disposto a fare concessioni sostanziali per allentare la pressione internazionale sul Paese.

Il partito di cui Aung San è il simbolo, la Lega Nazionale per la Democrazia, dopo essere stato costretto alla clandestinità per molti anni è stato finalmente riammesso nel campo politico “ufficiale” e di recente è stato autorizzato a presentarsi alle elezioni legislative parziali che si terranno in Myanmar nell’aprile 2012.

Related Posts with Thumbnails

2 Risposte »

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.

Inserisci il risultato dell\'operazione * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.