Home » INDIA, MOSTRE, MUSICA

I “dipinti cantati” della tradizione indiana: una mostra singolare a Milano

21 settembre 2012 di 1

Dipinti cantati, le singing women della tradizione indiana è una mostra rara e preziosa, perché fa luce su un aspetto poco noto della cultura popolare indiana:  l’arte dei cantastorie bengalesi, che mentre srotolano dipinti narrano e cantano al pubblico ciò che il dipinto rappresenta. Questa singolare espressione artistica è in mostra a Milano, al Museo del fumetto, dell’illustrazione e dell’immagine animata (viale Campania 12) dal 26 settembre al 14 ottobre 2012. In mostra sono presenti una trentina di patachitra, parola che in lingua bengali significa pezzo di tessuto dipinto. Si tratta di racconti (dai miti antichi a vicende di attualità sociale) dipinti su lunghe striscie di carta poi rinforzate con stoffa (in inglese scroll paintings).

Questa forma d’arte è tutt’oggi viva fra i Patua Chitrakar del villaggio Naya dell’India (Bengala Occidentale, distretto di Medinipur). Si tratta di una comunità artisti in parte hindu e in parte musulmani, ma pacificamente conviventi nello stesso villaggio,  dove portano tutti lo stesso cognome: Chitrakar appunto, che significa “creatori di pittura”. I Chitrakar perpetuano l’antica tradizione dei cantastorie mentre srotolano i loro dipinti, realizzati dalle donne della comunità Naya che con la vendita di questi oggetti cercano di emanciparsi sul piano socio-economico.

Intorno alla mostra milanese si sviluppano una serie di eventi: il 2 ottobre  presso la libreria Azalai di Milano alle ore 18 Urmila Chakraborty (docente di hindi dell’Università degli Studi di Milano) presenta due donne cantastorie che terranno una performance di quest’arte tradizionale; il 7 ottobre presso il Museo del Fumetto si terranno una serie di incontri e dibattiti su cantastorie, storyteller e fumetti in India; il 14 ottobre alle 16.30 ci sarà un incontro di donne di varie culture organizzato dall’associazione Usciamo dal Silenzio. Tante occasioni per scoprire un sapere diverso, attraverso forme “dimenticate” della comunicazione. 

Related Posts with Thumbnails

1 Risposta »

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.

Inserisci il risultato dell\'operazione * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.