Home » BUDDHISMO, LIBRI

Lo zen e l’arte di invecchiare bene

22 novembre 2012 di -

Trovare la fonte dell’eterna giovinezza è un sogno antico quanto l’uomo. Ma mentre le società tradizionali (in particolare in Oriente) assegnavano agli anziani un ruolo importante in quanto saggi depositari dell’esperienza, nella società occidentale oggi la vecchiaia è delegittimata: viene considerata , in pratica, una malattia in sé, quasi un errore di programmazione nel nostro software psicofisico. Sovente ci costringiamo a comportarci da ragazzi anche a rischio di cadere nel ridicolo.

Sappiamo bene che le culture orientali hanno sviluppato molte discipline per  prevenire o curare le malattie ma soprattutto per aiutarci a condurre una vita sana, lunga e consapevole: lo Yoga, l’Ayurveda, il Qi Gong e il Tai Chi sono solo alcuni dei molti esempi possibili. Ma queste discipline non condannano mai la vecchiaia in sé, al contrario ci invitano a vivere nel modo migliore il tempo presente, perché ogni giorno ci appartiene, e noi apparteniamo a ogni giorno. Senza negare il Tempo.

Saper invecchiare – ovvero saper trarre il meglio dal tempo che passa – è un’arte raffinata che richiede pazienza, dedizione e ironia; tutte doti presenti nel libro di un’esperta praticante zen americana, Susan Moon: Lo zen e l’arte di invecchiare bene (Terra Nuova edizioni, pp. 176, 14 euro). Nel suo libro – scritto da Moon all’età di 65 anni – l’autrice ci insegna a combattere il pregiudizio culturale che impone la giovinezza come unico modello positivo, attraverso una serie di sorprendenti consigli e pratiche personali. Come questa: «Sulla parete sopra la mia scrivania ho appeso un cartello: “Non pensare neanche per un istante che non morirai”. Che lo crediate o meno, quella scritta mi rende felice ogni volta che la guardo. Mi ricorda che non sono morta».

Ricordando le parole del grande maestro zen Dogen, «L’essere è il tempo», Susan Moon ci dice: «Man mano che invecchio mi trasformo in me stessa». Un esempio personale sul quale vale la pena riflettere.

(L’articolo che avete letto qui sopra è stato pubblicato nella mia rubrica MilleOrienti sul numero di ottobre del mensile Yoga Journal).

Related Posts with Thumbnails

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.

Inserisci il risultato dell\'operazione * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.