Home » CINEMA INDIANO

Tre giorni di cinema indiano d’autore a Milano

9 febbraio 2014 di -
Un'immagine dda The Lunchbox, di Ritesh Badra

Un’immagine da Lunchbox, di Ritesh Badra

Finalmente il River to River – Florence Indian Film Festival arriva anche a Milano. Quest’anno infatti per la prima volta una selezione dei film indiani d’autore premiati nel prestigioso festival fiorentino viene proiettata anche nel capoluogo lombardo. Il merito dell’iniziativa – oltre che della direttrice del festival fiorentino, Selvaggia Velo – è di Fondazione Cineteca Italiana, che inaugura una collaborazione con River to River. Così dal 14 al 16 febbraio 2014 potremo vedere allo Spazio Oberdan (Viale Vittorio Veneto 2, MI) i lungometraggi d’autore, il corto e il documentario premiati dal pubblico a Firenze.  (NB: non si tratta di masala movies di Bollywood). Qui sotto trovate le schede dei film con giorni e orari di proiezione. Buona visione!
———————————————-

THE COFFIN MAKER – ANTEPRIMA

R.: Veena Bakshi, v.o. sott. it. e ing.
Int.: Benjamin Gilani, Randeep Hooda, Ratna Pathak
India, 2013, col., 122’

Anton Gomes vive con la moglie e il figlio in un piccolo villaggio di Goa. Angosciato e oppresso dalla sua vita, svolge la professione di falegname. La crisi economica però lo porterà a cambiare lavoro e a diventare un costruttore di bare. Un giorno però, succederà qualche cosa di incredibile che darà una svolta alla sua monotona esistenza. La Morte, infatti, mascherata sotto fattezze umane, arriva a insegnare ad Anton la lezione più preziosa sulla vita! The Coffin Maker è un film commovente, con momenti emozionanti e coinvolgenti, impreziositi da un sottile umorismo. Lungometraggio vincitore del premio del pubblico2013.

PROIEZIONI: 14 Febbraio, ore 21:00

—————————————————–

LUNCHBOX

R. e sc.: Ritesh Batra
Int.: Irrfan Khan, Nimrat Kaur, Nawazuddin Siddiqui, Denzil Smith
India/Fr./Ger., 2013, col., 105’.

Mumbai. Una consegna sbagliata nell’efficientissimo sistema di smistamento dei”’portapranzo” (i famosi “Mumbai Dabbawallahs”, uomini che corrono da una parte all’altra con i loro risciò pieni di contenitori colorati), mette in contatto la giovane casalinga Ila – madre di una bambina e moglie di un uomo che non la desidera più -, con Saajan, solitario e attempato funzionario di un ministero, in cerca di una seconda opportunità. Da lì, un biglietto tira l’altro, mentre ricette sempre più gustose solleticano il palato e i pensieri amorosi iniziano a prendere forma.

PROIEZIONI: 15 Febbraio ore 15:00, 16 Febbraio ore 19:00

———————————————————

TAMAASH -THE PUPPET – ANTEPRIMA

R.: Satyanshu Singh, v.o. sott. it. e ing.
Int.: Zahid Mir, Burhan Shafi
India, 2013, col., 32’
Disprezzato dal padre per il suo scarso rendimento scolastico, Anzar viene costantemente messo a confronto con gli altri compagni di scuola. Con forza e determinazione vorrebbe raggiungere il risultato dell’amico Sadat. Casualmente, si imbatte in una figura misteriosache lo aiuterà a raggiungere il suo scopo. Questo incontro però condurrà Anzar e il suo fratellino a conseguenze gravi e inaspettate. Cortometraggio vincitore del premio del pubblico 2013.

A seguire:No Problem! Six Months with the Barefoot Grandmamas – Anteprima R.: Yasmin Kidwai. India, 2012, col., 56’, v.o. ing., sott. it.Lo straordinario successo di un progetto di cooperazione che coinvolge due aree del sud del pianeta. Dal 2008 ad oggi oltre 150 donne provenienti da zone rurali dell’Africa sono diventate ingegneri solari studiando al Barefoot College in Rajasthan e, una volta rientrate a casa, hanno portato l’energia elettrica in circa 10.000 case in 118 villaggi. Documentario vincitore del premio del pubblico 2013.

PROIEZIONI: 15 Febbraio, ore 19:00

———————————————————————–

 LESSONS IN FORGETTING – ANTEPRIMA

R.: Unni Vijayan, v.o. ing., sott. it.
Int.: Adil Hussain, Roshni Achreja, Raaghav Chanana
India, 2012, col., 96’
Tratta dal romanzo omonimo di Anita Nair, questa è una storia avvincente di redenzione e di perdono che scalda il cuore facendoci comprendere l’importanza di una seconda occasione. Il protagonista è un padre single, JA Krishnamurthy o JAK, che cerca disperatamente di capire che cosa sia accaduto alla figlia adolescente. Ad aiutare JAK nella sua impresa sarà Meera, una madre single. Il film tocca tematiche molto profonde e sensibili come la discriminazione e la violenza, attraverso lo sguardo maschile nei confronti dell’altro sesso. Lungometraggio vincitore del Piaggio Foundation Award 2013.PROIEZIONI: 16 Febbraio, ore 17:00

————————————————–

 
Related Posts with Thumbnails

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.

Inserisci il risultato dell\'operazione * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.