Home » CINEMA INDIANO, TEATRO E DANZA

La Bollywood Dance: che cos’è e dove impararla in Italia

21 marzo 2014 di 13

ABHINAYACari lettori, rieccomi a voi,  tornato dal Gujarat, dove ho guidato un gruppo di viaggiatori curiosi e appassionati. Oggi vi propongo un tema di gran moda:  la Bollywood Dance, cioè la danza ispirata ai film indiani di Bollywood, ormai diventata di moda anche in Italia, con scuole specializzate e ottime insegnanti-coreografe. Molte lettrici mi hanno chiesto: dove posso trovare dei corsi “seri”? Ecco dunque, anzitutto, le scuole e le coreografe “doc”, da un mio articolo pubblicato il mese scorso sul mensile Wellness (allegato al settimanale Donna Moderna). Buona lettura, attendo i vostri commenti e le vostre indicazioni su queste o altre scuole di Bollywood Dance.  MR

Da sud a nord, ecco dove puoi imparare la Bollywood Dance:

–      NAPOLI Qui insegna la coreografa da me intervistata nell’articolo su Wellness, Anna Veronica Vitiello (Aishanti). Accademia di Danze Orientali Vox Mundi, via Duomo 61. Info: piavera88@gmail.com tel. 3406220778.
–      ROMA Apsaras Bollywood Dance (www.apsarasdance.com), via Tiburtina Antica 5b. Coreografa: Valentina Manduchi. Info: apsarabollywood@gmail.com, tel. 3202930720.
–      ROMA www.freewebs.com/ambiliabraham/ Coreografa: Ambili Abraham. Info: bollywood.roma@gmail.com,  tel. 3386027923
–      FIRENZE Fit Village Urban Dance, via Vezzani 8. Coreografa: Vanashree. Info: danzaindiana@libero.it, tel. 3481880067.
–      ALESSANDRIA Indian Dance School (www.bollywoodrama.com/) via Fiume 22. Coreografa: Rama Kaur Iurilli. Info: rama108@hotmail.it, tel. 3405338330.
–      TORINO Centro Aziza (www.centroaziza.com/), Corso Regina Margherita 236. Coreografa: Eleonora. Info@centroaziza.com, tel. 011488320.
–      MILANO Bollywood Dance Academy (www.maharanidance.com/) c/o Mudrarte, Piazza XXIV Maggio 8. Coreografa: Maya Devi. Info: mudrarte@gmail.com tel. 3391633201.
–      PADOVA Il Tappeto Volante (www.bollywoodveneto.blogspot.it/) via S. Maria Assunta 48. Coreografa: Susanna. Info: tapp.vol@libero.it, tel. 3409013138.

Alapadma

Che cos’è la Bollywood Dance: parla una coreografa

Storie d’amore passionale, musica e ballo, coloratissimi abiti indiani: è il cinema di Bollywood (la Hollywood di Bombay) che conta ormai molte fans in Italia.  E con il cinema indiano è diventata di moda anche la Bollywood Dance – mix di danza indiana classica e folk, con una spruzzatina di pop contemporaneo –  che produce un boom di corsi nelle nostre città. Qual è il segreto di questo successo? «Anzitutto, la Bollywood è un modo divertente di stare in forma: seduce noi donne perché ci trasmette gioia di vivere e sensualità», spiega la coreografa Anna Veronica Vitiello, in arte Aishanti, che tiene i suoi corsi in Campania. «Certo, tonifica tutti i muscoli del corpo (compresi quelli che non sappiamo di avere) e ci fa perdere 500 calorie in un’ora e mezza di attività, ma il segreto è un altro. La Bollywood è una “danza delle emozioni”. Ci insegna ad amare il nostro corpo, ad esprimere i sentimenti usando anche i muscoli del viso, ci insegna a mostrarci e a piacerci mentre balliamo indossando meravigliosi costumi indiani. E così migliora la nostra autostima».

La Bollywood Dance è alla portata di tutte, senza timidezze e timori: «non serve avere un fisico da modella, i canoni di bellezza indiani esaltano le forme morbide», dice sorridendo la coreografa. «In una lezione di 90 minuti si parte dallo stretching usato nello yoga e poi si imparano gradualmente i movimenti di danza che coinvolgono proprio tutto: gambe, glutei, bacino, addome, petto, braccia, collo, viso, perfino i muscoli degli occhi, per esaltare le capacità espressive». Con quali effetti? «Tonificanti e rassodanti, ma non solo. Il rafforzamento dei muscoli della schiena e l’elasticità dei movimenti aiutano a sciogliere le articolazioni, prevenire l’artrosi, correggere piccoli difetti di postura», conclude l’insegnante. Finché, dopo un anno, le allieve arrivano alle coreografie più complesse. Pronte a interpretare la Dea, che viene cantata nelle canzoni dei film di Bollywood.

FIORE DI LOTO

 

Related Posts with Thumbnails

13 Risposte »

  • Alessandra :

    la Bollywood dance si studia anche a Cagliari presso la scuola Afrodanza di Donatella Padiglione, la 1 scuola che ha portato le danze etniche in Sardegna ! Il 21 giugno 2014 faremo il 1 ° musical Bollywood mon amour x la prima volta in assoluto in Sardegna

  • Marco Restelli (autore) :

    Ciao Alessandra, non conoscevo questa scuola di Cagliari perciò sono lieto che tu l’abbia segnalata ai lettori di MilleOrienti. I miei auguri a voi per la vostra “prima” del 21 giugno! Teniamoci in contatto, ciao, MR

  • Sonia :

    Avevo provato a fare il corso di Bollywood Dance da Mudrarte a Milano. È stato il corso più divertente che io abbia mai seguito. E non perché l’insegnante fosse particolarmente brava o simpatica, ma perché si atteggiava a gran conoscitrice dell’India e della hindi ma poi se ne usciva con delle boiate pazzesche, e io e la mia amica, anche lei indologa, ci rotolavamo dal ridere.
    Probabilmente non ho i mezzi per criticare la sua danza, ma la sua “conoscenza” sull’India sì, e se c’è una cosa che odio sono gli stereotipi di un’India paradiso degli hippy, quegli stereotipi che propugnano coloro che dell’India non hanno capito nulla.

  • Marco Restelli (autore) :

    Grazie della tua testimonianza Sonia. Ma perché hai chiuso il tuo blog “Indiario”? Ho visto che non l’hai più aggiornato dal gennaio 2013. E’ un peccato. IL tuo post sul Tantra, per esempio, era molto divertente. Teniamoci in contatto, ciao.

  • Sonia :

    Non l’ho chiuso, semplicemente ora mi sto dedicando al mondo russo, ma spero di finire entro breve, e di potermi finalmente dedicare alla mia passione per l’India. A presto! 🙂

  • Essere Danza :

    Bollywood dance con Veronica Aishanti è anche a Battipaglia(sa) 🙂

  • maya :

    Cara sonia namaste …
    Mi fa molto piacere che ti sia divertita al mio corso.
    Mi fa altrettanto piacere aver avuto due indologhe nella mia classe.
    Credo che ognuno viva l’india nel suo intimo ed io ho fatto la mia esperienza. Per me la via verso la conoscenza è infinita ed attraverso lo yoga e la danza ho vissuto la mia india, che è diversa da altre persone. Ho meno conoscenza accademica ma ho molti viaggi ed esperienze che arricchiscono la mia anima ed il mio lavoro. Non passo la vita a criticare gli altri….preferisco viaggiare e diffondere cio che amo. Buon viaggio! Namaste! Maya Devi

  • bollywood lover :

    su bari in puglia, c’è il corso di danza Bollywood con Fatmira khan in via Gorizia 24 teatro atelier Bari

  • teatratelier :

    Hollywood Dance si studia anche a Bari, al Teatr’atelier di via Gorizia 24, con Fatmira Khan

  • patrizia :

    A Pordenone e dintorni o provincia di Treviso, perché nessuno apre una scuola?

  • Lena :

    è vero che c’è bisogno di un vero corso Bollywood a Bari e di un’istruttrice ben preparata che sappia trasmettere emozione e soprattutto tecnica, perché personalmente io non pagherei un centesimo per il corso di Fatmira Khan, dopo averla visto esibirsi in varie occasioni, rimanendo senza nessun sentimento o emozione in seguito alle sue esibizioni. Conosco la danza indiana e sono un’appassionata di India in tutte le sue forme e posso dire che Fatmira Khan non ha ne tecnica, ne eleganza nemmeno conoscenza di quello che si vanta di sapere e di poter insegnare.
    Cara Fatmira prima di fare l’istruttrice di danza, istruisci te stessa, perché ne hai bisogno!

  • Chuck :

    Prima di insegnare ballo bisogna saper ballare
    Prima di ballare bisogna saper seguire il ritmo della musica
    Prima di cio bisogna capire cosa sia il ritmo
    Mi e’ capitato di vedere esibire l insegnate di questo corso : musica e danza erano due mondi sconosciuti. Binari di treno
    Un consiglio: trovate insegnati con veri titoli di danza e di insegnamento

  • Cinzia :

    Namaste a tutti,
    qualche mese fa cercavo un corso di ballo Bollywood in provincia di Bari e ho avuto la possibilita’ di vedere gli spettacoli della compagnia BollywoodBari Dance. Poi siamo dovuti partire perche’ mio marito ha trovato lavoro all’estero ed abbiamo dovuto rimandare per questo motivo. Oggi casualmente ho cercato qualche evento su questa danza e mi sono imbattuta in questo sito. Prima di tutto, faccio i complimenti al curatore del sito che offre queste informazioni sull’oriente e l’India(di cui io sono appassionata), vista la scarsita’ di vere informazioni su questo “mondo”, da anche spazio a commenti sulle attivita’ che si svolgono nel nostro paese. Detto questo, volevo far notare come ci sia differenza di stile tra i vari balli indiani e come questo significhi studiare e perfezionarsi durante gli anni. Questo e’ talmente ovvio che infatti e’ proprio il compito di un maestro scegliere cosa fare e perche’ farlo e come poterlo trasmettere agli altri. Inoltre non c’e’ un solo modo per fare tutto cio’.Ogni ballerina matura una propria sensibilita’ secondo i propri valori culturali e passioni, facendo affidamento sulle informazioni che recupera dove si trova a vivere. Con cio’ voglio dire che una tecnica non specifica mai un’artista nell’ambito comunicativo, ma puo’ dare solo sfogo a commenti di valore soggettivo. Perche’ se e’ vero che le radici di una forma di arte sono laddove si e’ sviluppata,allora bisogna avere gli strumenti conoscitivi per discriminare il percorso che questa forma ha fatto per radicarsi in un altra cultura e luogo. Ci vuole onesta’ intellettuale.Ma questo discorso e’ roba per palati raffinati e per chi si gode uno spettacolo senza troppi cliche’ tradizionalistici. La classica,per esempio, sia musica sia danza, procede a passi lentissimi e molto spesso, per sua natura, cerca di rimanere immutabile nel tempo oppure, nel caso di altri generi,ci si organizza, si va in loco e si apprende tutta la cultura che c’e’ dietro alla sintesi tecnico-formale della danza Bollywood.Dipende da cosa cerchi nello specifico, in pratica. Allora, ho riletto il commento negativo sulla maestra Fatmira Khan e mi sono chiesta, di quali altri gruppi Lena abbia visto una performance dal vivo. Forse Lena ha il vizio di viaggiare, gran bel vizio se fosse vero. Ma se cosi non fosse, posso assicurare che con la mente che viaggia in streaming, si danno giudizi di plastica e ci si lascia suggestionare dalle proprie vite passate.Infine e’ paradossale l’invito rivolto a Fatmira Khan ad istruire se stessa per colpe che non riguardano la maestra bensi’ l’allievo, in quanto un maestro non sceglie chi deve imparare ma sceglie cosa insegnare. Strano, ma vero. A questo punto potrei rivolgere io per prima l’invito a questa volenterosa utente ad istruire se stessa per dare un giudizio circostanziato e tecnico, visto che il suo commento e’ inutile al miglioramento che lei stessa si auspica. Cinzia

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.

Inserisci il risultato dell\'operazione * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.