Home » BUDDHISMO, MOSTRE, TIBET

Due appuntamenti con le danze tibetane in Italia

20 Ottobre 2014 di - 46 views

foto-evento-mostra-cham_0-2Due appuntamenti, in questa fine di ottobre, con uno degli aspetti più affascinanti della cultura buddhista tibetana: i cham, le danze rituali. Il primo appuntamento è la proiezione del documentario di Piero Verni Cham le danze rituali del Tibet a Domodossola (Collegio Mellerio Rosmini) sabato 24 ottobre alle 20.45. Precedera’ la proiezione/conferenza un incontro con il Sangha (comunità buddhista) del Centro Cenresig di Domodossola e con chiunque fosse interessato a conoscere Piero Verni, alle ore 18.00, alla sede del centro, via Clemente Rebora, n° 7.
Il secondo appuntamento è la mostra fotografica di Giampietro Mattolin (con testi di Piero Verni) Cham le danze rituali del Tibet aperta a Pavia (Collegio Cairoli) dal 22 al 28 ottobre 2014.
Per conoscere Piero Verni e Giampietro Mattolin e il loro lavoro sulle culture himalayane cliccate sul loro sito Heritage of Tibet

Ma cosa sono le danze rituali tibetane?  Si tratta di un’antica tradizione del  Buddhismo tantrico, considerata comunemente tra le più interessanti e suggestive dell’intero continente asiatico. Per un viaggiatore assistere a un cham è sicuramente un’esperienza straordinaria. Anche se il più delle volte la quasi totalità dei simboli usati dai danzatori gli sarà sconosciuta ed oscura, rimarrà comunque coinvolto dalla incredibile ricchezza del linguaggio della danza. Il documentario di Piero Verni, tra i pochissimi dedicati a questo straordinario soggetto, affronta con un linguaggio chiaro e diretto i principali temi simbolici dei cham e tramite la forza dell’immagine in movimento riesce a trasmettere l’intensità, lo spessore, la profondità di questa vera e propria magia che danza.

 

 

 

Related Posts with Thumbnails

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.

Inserisci il risultato dell\'operazione * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.