Home » CINEMA INDIANO, MILLEORIENTI

Il Florence Indian Film Festival compie 15 anni: sosteniamolo!

8 Settembre 2015 di 1

fire_shabana_azmi15 anni fa nacque a Firenze il primo festival occidentale interamente dedicato al cinema indiano. La sua capace e coraggiosa direttrice, Selvaggia Velo, ha saputo portarlo a un alto livello di prestigio culturale, sia in Italia sia in India. Ma il River to River – Florence Indian Film Festival (che nel 2015 si svolgerà dal 5 al 10 dicembre) ha bisogno di soldi per continuare ad essere libero: il 7 settembre è partita quindi su questo link al River to River una pubblica raccolta fondi sulla Rete (crowdfunding sulla piattaforma web www.indiegogo.com). La campagna di raccolta (la prima mai lanciata dal Festival) durerà fino al 23 ottobre 2015.
Per solidarietà con il Festival fiorentino (che organizza rassegne anche in altre città italiane) MilleOrienti pubblica qui sotto il comunicato con cui Selvaggia Velo invita alla raccolta fondi, spiega come effettuarla e anticipa una interessante novità dell’edizione di quest’anno: l’apertura della sezione Indian Video Art, in collaborazione con la Biennale d’Arte di Kochi-Muziris (che si svolge in Kerala, India meridionale). Buona lettura e…spero che gli amanti dell’India presenti in Rete daranno il proprio piccolo contributo a questo Festival che attraverso il cinema contribuisce a sprovincializzare la cultura italiana.
—————————
COMUNICATO DEL RIVER TO RIVER – FLORENCE INDIAN FILM FESTIVAL

Il River to River Florence Indian Film Festival, dedicato al meglio della cinematografia indiana, festeggia i
15 anni di attività, con un’edizione che si svolgerà dal 5 al 10 dicembre al cinema Odeon di Firenze.
Nell’attesa di vedere le star che ogni anno arrivano a Firenze per assistere alla proiezione dei loro ultimi film e per incontrare pubblico e critica, da lunedì 7 settembre è partita la campagna di crowdfunding (la prima del festival) sulla piattaforma web www.indiegogo.com.

La superstar di Bollywood Amitabh Bachchan al R2R nel 2012
La superstar di Bollywood Amitabh Bachchan al R2R nel 2012

La campagna è online dal 7 settembre sul link http://igg.me/at/R2RFIFF2015 e promette di trasformare, grazie al supporto dei sostenitori, “Firenze in una little India”.

La campagna di crowdfunding, che durerà fino al 23 ottobre, è accompagnata da un video di animazione, della durata di circa un minuto, realizzato per l’occasione dall’Istituto Europeo di Design (IED) di Firenze, nuovo partner del festival. A girarlo sono stati gli studenti del Master in Graphic Design, che si sono ispirati alla cultura indiana, utilizzando elementi tradizionali, quali elefanti e divinità, mescolandoli, in chiave ironica, con le sembianze e la voce di Selvaggia Velo, direttore del festival.

Durante i 47 giorni di crowdfunding, saranno organizzati eventi di raccolta fondi per sostenere il festival. Tra questi, giovedi 24 settembre l’aperitivo Indian style accompagnato da lounge music, nelle magnifiche Serre Torrigiani all’interno del Giardino Torrigiani di Via dei Serragli (Firenze). Media partner della campagna di crowdfunding sarà la testata The Florentine.

Irrfan Khan e Selvaggia Velo al R2R nel 2014
Irrfan Khan e Selvaggia Velo al R2R nel 2014

Unico festival italiano interamente dedicato alla cinematografia indiana, il River to River Florence Indian Film Festival, accompagna il pubblico alla scoperta della cultura di un paese ricco di fascino e contraddizioni, per sei giorni di proiezioni – in prima europea e italiana – mostre, incontri con registi e attori e momenti di approfondimento.

Tra le tante novità dell’edizione 2015 del festival, la nuova sezione Indian Video Art, interamente dedicata alla video arte, in collaborazione quest’anno con la Biennale d’Arte di Kochi-Muziris, prestigiosa rassegna d’arte contemporanea nella città dello stato indiano meridionale del Kerala. Indian Video Art proporrà alcune opere dei più importanti video artisti indiani protagonisti della scena internazionale, selezionate dai curatori della Biennale indiana.

Non mancheranno la sezione Doc India, che proporrà un’India inedita attraverso l’occhio attento di documentaristi indiani e internazionali, i lungometraggi tra cinema indipendente e di Bollywood e i cortometraggi. Il pubblico decreterà poi il miglior film, tra le varie sezioni del festival, che si aggiudicherà il River to River Doombo Audience Award.

Nel programma della 15/a edizione avrà luogo anche una retrospettiva dedicata ad una personalità del cinema indiano, che vedrà protagonista una star di fama internazionale ospite del Festival.

Shabana Azmi e Selvaggia Velo al R2R nel 2013
Shabana Azmi e Selvaggia Velo al R2R nel 2013

Per il terzo anno consecutivo il River to River si sposterà poi allo Spazio Oberdan di Milano (Viale Vittorio Veneto n.2) con il “best of” dell’edizione fiorentina (febbraio 2016). Tra le novità di quest’anno, il festival inaugura una nuova collaborazione con la Fondazione Cineteca di Bologna: nel 2016 i film vincitori della 15/a edizione saranno proiettati all’interno della programmazione della Cineteca di Bologna.

All’interno della 50 Giorni di cinema internazionale a Firenze, il River to River Florence Indian Film Festival è ideato e diretto da Selvaggia Velo, con il Patrocinio dell’Ambasciata dell’India, e realizzato con il contributo di Regione Toscana e Fondazione Sistema Toscana, Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Ufficio Nazionale del Turismo Indiano di Milano.
Il festival si avvale della collaborazione degli sponsor Salvatore Ferragamo, JK Place Firenze, Latte Maremma, Instyle, Hotel Roma, Grand Amore Hotel and Spa, Pensione Canada e dei partner Four Seasons Hotel Firenze, Biennale d’Arte di Kochi-Muziris, Cineteca di Bologna, The Florentine, Ied Firenze e Vini Mazzei.

Seguici sulla nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/rivertoriverfiff, su Twitter e Instagram@river2riverfiff con l’hashtag #R2RFIFF. Per ulteriori informazioni visita il sito www.rivertoriver.it

Ufficio stampa: Sara Chiarello (329/9864843) e Olimpia De Meo (320/0404080); email: press.rivertoriver@gmail.com

Related Posts with Thumbnails

1 Risposta »

  • Nicoletta Gruppi :

    E’ disperante che un evento così singolare e importante si trovi in difficoltà economiche. Questo fa il paio con l’assenza ufficiale dell’India dall Expo. E’ ancora un retroeffetto della telenovela (ormai.. ) sui due marò? Non ne posso più,Se penso a tutti i treni che Italia e India stanno perdendo mi vengono i nervi. Non so se avete notato, ma quest’estate è mancata anche la classica rassegna bollywoodiana alla Rai, che rappresentava pur qualcosa sia pure con tutti i suoi aspetti discutibili (canzoni tagliate ecc)
    Nicoletta

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.

Inserisci il risultato dell\'operazione * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.