Home » BIRMANIA/MYANMAR, MOSTRE

Apre la prima mostra di arte contemporanea birmana in Italia

28 giugno 2016 di -

13512110_1030850990324834_2771376857166077394_n

Dal 28 giugno al 12 settembre si terrà a Milano una mostra di piccole dimensioni ma contenutisticamente rara e preziosa anche perché rappresenta una “prima volta” : la prima esposizione di arte contemporanea birmana mai presentata nel nostro Paese. Myanmar Art Italy 2016, curata da Mario Salvemini ed Eugenia Battisti della Onlus Culture 2 All,  rimarrà aperta nell’ambito della XXI Triennale di Milano ma fisicamente  sarà ospitata alle Cavallerizze napoleoniche del Museo della Scienza e della Tecnica (via Olona 9 Milano).

 

Saw Moe Zaw, Past and Present, 2015

Saw Moe Zaw, Past and Present, 2015

Verranno esposte opere di una decina fra gli esponenti più rappresentativi della scena artistica del Myanmar, un Paese di antichissima civiltà ma tornato da pochi anni alla democrazia e certamente percorso da pulsioni culturali e politiche contraddittorie. Un Paese di cui qualsiasi visitatore occidentale ha potuto apprezzare la ricchezza dell’arte tradizionale (basti pensare alle lacche) ma di cui quasi nulla si sa riguardo all’arte contemporanea. Attendiamo perciò con impazienza di poter leggere quanto i curatori hanno scritto, al riguardo, nel catalogo della mostra.
I lettori di questo blog che, per qualsiasi ragione, non potessero visitare la mostra avranno comunque una consolazione: troveranno su questa pagina del sito di Culture 2 All non solo le opere esposte ma anche quelle che, per mancanza di spazi, non è stato possibile installare pur essendo state scelte dai curatori.

Chan Nyein Kyaw, Colour of Space, 2015

Chan Nyein Kyaw, Colour of Space, 2015

L’esposizione milanese si fregia di numerosi patrocinii, fra cui quello della Ambasciata d’Italia a Yangon, della Ambasciata della Repubblica della Unione del Myanmar a Roma e della Camera di Commercio Italia-Myanmar  di Torino. Risulta perciò evidente (e benvenuta) la valenza anche politica di questa operazione culturale che rientra in rinnovati rapporti fra l’Italia e il Myanmar, come mostra questa nota del Ministero degli Esteri italiano.

Khin Zaw Latt, What is the Future (4), 2015

Khin Zaw Latt, What is the Future (4), 2015

 

 

Related Posts with Thumbnails

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.

Inserisci il risultato dell\'operazione * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.