Home » MUSICA

Una grande serata di musica indiana: a Milano sabato 21 luglio

19 luglio 2018 di -

Il violino, le percussioni e i canti tradizionali affiancati ai suoni elettronici. Per unire India e Italia. Ecco cosa ci attende sabato 21 alle 20,30 nel cortile del Palazzo Reale di Milano (Piazza Duomo 12) nell’ambito della quarta edizione dell’ Ethno Music Festival 2018. Il concerto – intitolato Da Est a Ovest – vedrà protagonista un trio di musica indiana composto dal Dr. Mysore Manjunath, uno dei violinisti più celebri in India, dalla cantante Varijasree Venugopal e dal percussionista Federico Sanesi, da anni attivi sulla scena internazionale. Mentre le sonorità elettroniche saranno gestite da Riccardo Nova e Massimo Marchi.

Al termine del concerto (cioè alle ore 21,45) sarà possibile vedere il film Una donna fantastica di S. Lelio nel cinema all’aperto AriAnteo.

BIGLIETTI:  5 euro (concerto) o 8 euro (concerto + film); disponibili a Palazzo Reale la sera del concerto a partire dalle ore 19,45. In collaborazione con Agon, Anteo Spazio Cinema e con il Consolato Generale Indiano di Milano.  Il concerto di sabato 21 luglio concerto sarà diviso in tre parti.
Protagonista della prima parte della serata sarà il violino del Dr Mysore Manjunath, attualmente considerato uno dei violinisti di maggior livello al mondo, sostenuto dalle percussioni di Federico Sanesi. I due musicisti ci accompagneranno lungo un viaggio che dalle atmosfere mistiche e avvolgenti tipiche del tempo “rubato” degli “alap” tradizionali indiani ci porterà al tempo pulsato, cesellato, vorticoso e coinvolgente che caratterizza le improvvisazioni cicliche dei musicisti indiani.L’elettronica introdurrà, senza soluzione di continuità, la seconda parte dove al violino e alle percussioni si aggiungeranno la voce straordinaria di Varijasree Venugopal, giovane virtuosa, e l’elettronica di Riccardo Nova ed eseguiranno “Nibodhata” (in sanscrito significa letteralmente “Ascoltate!”) di Riccardo Nova: uno struggente canto su testi poetici in sanscrito tratti dal XIII libro del Mahabharata (“La dea del fiume piange la morte in battaglia di suo figlio Bishma”). Partendo dalla purezza della monodia del canto e dal suono “antico” delle parole e dei metri poetici saremo gradualmente trasportati dall’elettronica in una dimensione timbrica complessa che proietterà nello spazio “armonico” della tradizione occidentale la dimensione indiana del tempo.
La parte finale ci riporterà alla tradizione karnatica dell’India del sud con la voce ed il flauto di Varijasree Venugopal. La forma stessa del concerto vuole celebrare l’eterno passaggio di saperi, che da Est a Ovest come in un alternarsi di albe e tramonti, unisce le culture dell’Occidente a quelle dell’Oriente.
“Ethno” è uno dei programmi coordinati dalle Jeunesses Musicales International (JMI) di cui la Fondazione Gioventù Musicale d’Italia è la sede Italiana dal 1952. L’ Ethno Music Festival, nato nell’ambito delle proposte culturali di “Milano EXPO 2015“, in questi anni è stato accolto con grande entusiasmo sia da un pubblico appassionato di contaminazioni tra generi e tradizioni diverse, sia dai musicisti che si confrontano con musiche e strumenti apparentemente lontani.

Related Posts with Thumbnails

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.

Inserisci il risultato dell\'operazione * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.