Home » ISLAM

Se i deputati leghisti hanno origini arabe…

30 giugno 2010 di 12

Aljarida (in arabo “il giornale”) è un interessante periodico mensile free press, realizzato a Milano e giunto al suo secondo anno di pubblicazione. Interessante per varie ragioni: ricco di notizie sul territorio e le dinamiche dell’immigrazione (ma sempre senza retoriche ideologiche), informato sul dialogo culturale che intercorre fra le due sponde del Mediterraneo, e opportunamente scritto in due lingue: italiano e arabo. Ora Aljarida invita la cittadinanza a una festa che si terrà a Milano venerdì 2 luglio dalle 18 a mezzanotte (in villa  Pallavicini, via Meucci 3, Naviglio Martesana) all’insegna della musica egiziana e di ottimi kebab da gustare. Ma la ragione per cui vi parlo di Al Jarida è anche un’altra: un articolo intitolato “Tutto il mondo è Paese”.Nell’articolo – che si può leggere sul numero di giugno 2010 della rivista, oppure sul suo sito – si spiega l’origine – araba in certi casi , “meridionale” in altri – dei cognomi di alcuni deputati leghisti.
In sostanza, spiega l’articolo, quando nel 1492 i Mori vennero cacciati dalla Spagna (Al Andalus, l’Andalusia) alcuni fuggirono nella Repubblica di Venezia e in particolare in una città che faceva parte del suo territorio, Brescia. Così, i cognomi di molti bresciani hanno origini arabe.

Per esempio quello dell’on. Gibelli, deputato della Lega Nord e Vice Governatore della Regione Lombardia (foto accanto) non ha origini celtiche bensì arabe: molti Mori fuggiti dalla Spagna si rifugiarono infatti sulle montagne del bresciano e Gibelli deriva dalla parola araba giabali che significa appunto “montanaro”.
L’articolo su Aljarida contiene anche altre stimolanti informazioni, fra cui una riguardante il nuovo Presidente della Regione Piemonte, il leghista Roberto Cota: il suo cognome sembra derivare dall’arcaico albanese kota,  termine diventato un cognome molto diffuso nel meridione d’Italia e sopratutto in Puglia e che – particolare curioso – in albanese significava “inutile, cosa da poco”.

Cosa concludere, di fronte a tali notizie di carattere storico? Questo: trovo triste che i nostri bravi leghisti rinneghino le proprie radici arabe, albanesi, meridionali, mediterranee. Da loro, così orgogliosi della Tradizione, non me lo aspettavo.

Related Posts with Thumbnails

12 Risposte »

  • enrico :

    Nomen homen

  • Se i deputati leghisti hanno origini arabe… :

    […] Vai a vedere articolo: Se i deputati leghisti hanno origini arabe… […]

  • ape*chan :

    Poveri leghisti, origini araba e non celtiche o longobarde e se proponessimo la mappatura del dna sai che sorprese!

  • sonia :

    Se si guardasse più da vicino alla possibilità di assenza di differenze il multiculturalismo non sarebbe così problematico. Ci si stupisce sempre davanti all’intolleranza-ignoranza. La Tradizione, sacrosanta e preziosa, è una risorsa da condividere e confrontare. Dalle interazioni nascono sempre interessanti spunti. Peccato che un popolo sordo e rozzo neghi tutto ciò attaccandosi al vuoto che lo pervade.

  • Suomii :

    Ricordo bene una sera, presso la Piccola Scuola di scrittura che frequentavo, iniziammo ad analizzare i nostri cognomi per capire come le più diverse influenze possano sedimentarsi in una persona. E fu una scoperta!
    Scoperta è la parolina magica appunto: imparare ogni giorno quanto rappresentiamo l’anello vivente di una catena lunghissima di persone e storie.
    Il giochetto di rinnegare le proprie origini per acquisire maggiore potere ha delle conseguenze più sottili, più impalpabili della semplice manifestazione di ignoranza.
    Ne sono sicura, ma non so spiegarlo benissimo 🙂

  • marco restelli (autore) :

    Suomii, ti sei spiegata benissimo! E concordo in pieno con te e con Sonia.

  • Soraya :

    Bell’articolo!

  • Pino striccoli :

    Qualche anno fa, un gruppo napoletano, Almamegretta, cantava una bella canzone, Annibale. Lui un fenicio in Cartagine che portava con sè migliaia di africani sugli elefanti, rimanendo poi in Italia più di ventanni. Ci si può inventare tutto, una padania che non è mai esistita, una nazione che non è mai esistita. Difficile è reinventarsi i propri genitori.

  • lorenzo :

    Ammesso che il cognome Gibelli sia davvero di origine araba, avere un cognome (linguisticamente) di origine araba, non significa che chi lo porta sia di origine araba. Non è così automatico. Altrimenti tutti quelli che fanno di cognome Zanetti, Zanelli, Zanardi, Giovannetti, Giovannini… (tutti cognomi che derivano da Giovanni, nome di origine ebraica) sarebbero di origine ebraica.

  • Marco Restelli (autore) :

    Hai decisamente ragione Lorenzo. Ma ovviamente non stavo parlando di origini arabe delle persone (e comunque non ci sarebbe nulla di male) bensì citavo una ricerca relativa solo ai cognomi. Ciao

  • Fabrizio :

    Ciao Lorenzo. Una curiosità sul cognome Zanelli: come fai ad affermare che deriva da “Giovanni” e che è di origine ebraica? Grazie e a presto

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.

Inserisci il risultato dell\'operazione * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.