Home » CINEMASIA, INDIA, LIBRI, TEATRO E DANZA

Il grandioso Mahabharata torna in Italia: a teatro e in libreria

19 Maggio 2016 di -

mahabharata-brook-10Il più grande poema epico mai composto, il Mahabharata, torna in Italia, ed è una bellissima notizia per tutti gli amanti sia della cultura indiana sia, più in generale, del teatro e del cinema. Torna infatti con la tournée teatrale di uno spettacolo, Battlefield (regia di Peter Brook e Marie-Hélène Estienne) che distilla in modo illuminante significati e trama del gigantesco poema (prossime date: Perugia 19-20 maggio, Firenze 24-25 maggio, Modena 29-30 maggio);  ma torna anche con un prezioso libro dell’indologa Carola Benedetto, Il Mahabharata cinematografico di Peter Brook (edizioni Ananke Lab, pp. 155, € 16,50; prossima presentazione: il 28 maggio alla libreria Feltrinelli di Livorno).
Il nucleo originario del Mahabharata risale al IX-VIII secolo a.C. e nel tempo si è arricchito di una enorme quantità di miti e credenze dell’Induismo, comprese parti di profonda rilevanza filosofica come il Bhagavad Gita (Il Canto del Divino). Agli occhi di noi occidentali il Mahabharata non era mai sembrato “rappresentabile” a teatro, proprio per la sua straordinaria lunghezza e la sua complessità culturale. Fino a quando due uomini geniali raccolsero la sfida e la vinsero: era il 1985 quanto il regista britannico Peter Brook e lo sceneggiatore francese Jean-Claude Carrière presentarono al Festival teatrale di Avignone il “loro” Mahabharata, un’opera di nove ore divisa in tre serate (in francese). Un’impresa entrata a buon diritto nella Storia del teatro europeo.
513YUVrfqTLAll’epoca io ero un giornalista alle primissime armi, uno studentello appena laureato in Hindi, ma per un colpo di fortuna (gli induisti direbbero il karma) fui incaricato di andare ad Avignone, ed ebbi così il privilegio di assistere alla “prima” mondiale di questo Mahabharata reinterpretato da occhi occidentali. Ambientando l’epopea guerresca in una cava di pietra, utilizzando come scenografia solo elementi primordiali come pietra acqua fuoco e legno, e grazie ad attori meravigliosi (indimenticabile Vittorio Mezzogiorno, un uomo di piccola statura, capace di apparire un gigante nel ruolo dell’eroe Arjuna), Brook e Carrière fecero la magia: tradurre un grande poema epico indiano in termini comprensibili a un pubblico occidentale, e con una sorprendente intensità drammaturgica.
Oggi anche voi potete apprezzare questo capolavoro nella versione cinematografica integrale (sei ore in due Dvd) oppure nella sua riduzione cinematografica (tre ore in un Dvd), entrambe in inglese con sottotitoli in italiano. Oppure andare a vedere la nuovissima riduzione teatrale, Battlefield (cioè Campo di battaglia) con cui il novantunenne Peter Brook ritorna, 31 anni dopo, sul suo capolavoro, mettendo in scena una sintesi di assoluta bellezza, della durata di soli 70 minuti e con soli 4 attori. 

cut-321x438L’affascinante libro di Carola Benedetto analizza invece la versione cinematografica originale, quella copintegrale, fornendo al lettore tutti gli strumenti necessari per comprendere l’opera di Brook-Carrière e il loro rapporto con il poema epico indiano. Benedetto infatti, dopo averci introdotto alla biografia intellettuale di Brook, presenta con chiarezza il contenuto del Mahabharata, per passare poi ad una attenta analisi dei personaggi del poema e della loro trasfigurazione (o reinterpretazione) operata da Brook e Carrière. L’opera è arricchita anche da interviste agli attori e a Carrière stesso. Che conclude così la sua conversazione con l’autrice: «Se metterete un piede nell’ epopea del Mahabharata non ne uscirete più, ci dissero amici indiani. Avevano ragione: perché uscirne?».

Related Posts with Thumbnails

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.

Inserisci il risultato dell\'operazione * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.