Home » INDIA, LIBRI

A Milano un incontro su Krishnamurti, l’anti-guru

13 gennaio 2010 di 6

Jiddu Krishnamurti, 1895-1986: chi è stato davvero quest’uomo? Per la Società Teosofica doveva essere “IL Maestro” – ruolo a cui si ribellò. Per alcuni commentatori occidentali fu solo un filosofo neo-induista. Per altri invece fu l’anti-guru per eccellenza. Per chi andava ad ascoltarlo era l’uomo che pronunciava frasi come «la rivoluzione interiore va fatta da sé per sé, nessun maestro o guru può insegnarti come fare», oppure «la Verità è una terra senza sentieri».
Della sua amplissima bibliografia (che potete leggere qui, con qualche notizia sulla sua vita) io ricordo con piacere libri come «La prima e ultima libertà» e «Dove il tempo finisce» (realizzato quest’ultimo con il fisico David Bohm), entrambi editi da Ubaldini.

Della figura di Krishnamurti e dell’attualità del suo messaggio parlerà venerdì 15 gennaio Carlo Buldrini (a Milano, Spazio Sirin, via Vela 15, ore 21). Buldrini, giornalista che ha vissuto oltre vent’anni in India, ebbe il privilegio di conoscere Krishnamurti e potete leggere un’intervista nel libro “Nel segno di Kali” di cui ho parlato in questo post, . Di questo grande anti-maestro, che ebbe il destino paradossale di essere trattato – da chi non lo capiva – come un classico “guru”, resta probabilmente un’eredità di pensiero e di prassi ancora tutta da comprendere. Un’invito a trovare la libertà nella ricerca della consapevolezza di sè, al di fuori delle religioni istituzionalizzate.

Related Posts with Thumbnails

6 Risposte »

  • Silvia :

    Mi interessa molto la figura di Krishnamurti.
    So che in India (e non solo) ci sono progetti educativi e scuole che prendono spunto dal pensiero di Krishnamurti e dal suo interesse nel campo dell’educazione, le “Krishnamurti schools” (alcune fondate da lui stesso).
    Ho letto per un po’ la loro rivista, che è interessante, ma mi sono sempre chiesta se queste scuole funzionino veramente nel lasciare all’individuo la scelta di una strada, oppure siano troppo legate alla stessa figura di Krishnamurti, eleggendolo nuovamente a guru e diventando così l’opposto di quello che si prefiggevano.
    Tu se sai qualcosa, Marco?

  • marco restelli (autore) :

    Cara Silvia, la mia conoscenza di Krishnamurti è solo libresca, mentre Carlo Buldrini ne sa, sull’argomento, molto più di me. Giro quindi a lui la tua domanda, nella speranza che ci risponda. Ciao e grazie,
    Marco

  • Silvia :

    Ok, grazie mille! 🙂

  • A Milano un incontro su Krishnamurti, l’anti-guru :

    […] Per approfondire consulta la fonte: A Milano un incontro su Krishnamurti, l’anti-guru […]

  • carlo buldrini :

    Cara Silvia,
    è proprio perché ero a Milano per parlare di Krishnamurti che rispondo con un po’ di ritardo all’invito di Marco di dirti qualcosa su quelle che tu chiami le “Krishnamurti Schools”. Quando intervistai a lungo K nel dicembre 1982, lo feci a Rishi Valley, una delle scuole da lui fondate e, forse, quella che gli stava più a cuore. (Rishi Valley si trova infatti a poca distanza da Madanapalle, in Andhra Pradesh, la cittadina dove K è nato). Arrivai il giorno prima dell’intervista, fui ospite della scuola ed ebbi modo così di osservare a lungo il suo funzionamento e potei parlare con molti degli insegnanti. Sarebbe difficile elencarti qui tutti i principi che reggono la scuola. Mi limito a ricordare l'”holistic outlook” e il “concern for the environment” che gli insegnanti mi sottolinearono più volte. Non c’erano nella scuola tracce di attività religiose (ortodosse). Ma ricordo ancora con un po’ di commozione i bambini e le bambine delle classi inferiori che – spontaneamente – verso sera si recavano su una collinetta (chiamata Asthachal) e da lì (seduti a gambe incrociate) osservavano il tramonto del sole a mo’ di meditazione.
    Adesso però K è morto e – come giustamente osservi – bisognerebbe capire cosa è diventata la sua figura nelle scuole da lui fondate. Perché non vai a tua volta a Rishi Valley per verificare la cosa?
    Per quanto riguarda la “teoria” di K sulla scuola e sull’insegnamento ti suggerisco il libro “Krishnamurti on Education” che contiene i discorsi e le discussioni di K con gli studenti e gli insegnanti di Rishi Valley e di Rajghat (le due scuole da lui fondate in India).
    Un caro saluto.
    Carlo

  • Silvia :

    Caro Carlo,
    spero che l’incontro sia andato bene e ti ringrazio molto per la tua risposta.
    Tutto quello che so su queste scuole l’ho letto sul “Journal of the Krishnamurti schools” (http://www.journal.kfionline.org/), che è molto interessante, ma purtroppo non ho mai avuto l’occasione di visitare una scuola.
    Il mio dubbio sta proprio nel capire il come, dopo la sua morte, le scuole si rapportino alla sua figura.
    Mi piacerebbe visitare una scuola, magari la prossima volta che vado in India…
    Grazie mille!
    Silvia

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.

Inserisci il risultato dell\'operazione * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.